Home / Eventi e Feste / CONFESSIONI NATALIZIE

CONFESSIONI NATALIZIE

ORARI DELLE CONFESSIONI IN PREPARAZIONE AL SANTO NATALE

SABATO 19 DICEMBRE
dalle ore 16 alle ore 16.50 a Cossila San Giovanni

DOMENICA 20 DICEMBRE
dalle ore 8.45 alle ore 9.40 a Favaro
dalle ore 17.15 alle ore 17.50 a Cossila San Grato

MARTEDI 22 DICEMBRE
dalle ore 16.30 alle ore 17.50 a Cossila San Grato

GIOVEDI 24 DICEMBRE
dalle ore 10 alle ore 11.30 a Cossila San Grato
dalle ore 10 alle ore 11.30 a Cossila San Giovanni
dalle ore 17.30 alle ore 19 a Favaro

I sacerdoti sono disponibili anche in altri momenti, basta contattarli, guarda su questo sito, alla barra di destra alla voce “contatti”.

Udienza di papa Francesco, 19 febbraio 2014.
“Non avere paura della Confessione! Uno, quando è in coda per confessarsi, sente tutte queste cose, anche la vergogna, ma poi quando finisce la Confessione esce libero, grande, bello, perdonato, bianco, felice. E’ questo il bello della Confessione! Io vorrei domandarvi – ma non ditelo a voce alta, ognuno si risponda nel suo cuore -: quando è stata l’ultima volta che ti sei confessato, che ti sei confessata? Ognuno ci pensi… Sono due giorni, due settimane, due anni, vent’anni, quarant’anni? Ognuno faccia il conto, ma ognuno si dica: quando è stata l’ultima volta che io mi sono confessato? E se è passato tanto tempo, non perdere un giorno di più, vai, che il sacerdote sarà buono. E’ Gesù lì, e Gesù è più buono dei preti, Gesù ti riceve, ti riceve con tanto amore. Sii coraggioso e vai alla Confessione!
Cari amici, celebrare il Sacramento della Riconciliazione significa essere avvolti in un abbraccio caloroso: è l’abbraccio dell’infinita misericordia del Padre. Ricordiamo quella bella, bella parabola del figlio che se n’è andato da casa sua con i soldi dell’eredità; ha sprecato tutti i soldi, e poi, quando non aveva più niente, ha deciso di tornare a casa, non come figlio, ma come servo. Tanta colpa aveva nel suo cuore e tanta vergogna. La sorpresa è stata che quando incominciò a parlare, a chiedere perdono, il padre non lo lasciò parlare, lo abbracciò, lo baciò e fece festa. Ma io vi dico: ogni volta che noi ci confessiamo, Dio ci abbraccia, Dio fa festa!”.